Rocca di Ravaldino

Rocca di Ravaldino

Per volontà di Pino III Ordelaffi, Signore di Forlì dal 1466 al 1480, si deve la realizzazione della Rocca di Ravaldino, comunemente detta "Rocca di Caterina", nella sua struttura attuale.
Ideata per scopi difensivi, il progetto è affidato nel 1471 all'architetto Giorgio Marchesi da Settignano che la concepisce secondo i più moderni dettami dell'architettura militare.
A pianta quadrata, con torrioni a pianta circolare agli spigoli, la Rocca è dominata da un imponente torre maestra (mastio), posta al centro della cortina Nord-Ovest.

Allo stesso architetto Giorgio Marchesi è riconducibile anche la progettazione della "Cittadella", fortificazione a pianta quadrilatera, nata per alloggiare contingentamenti di truppe.

All'epoca della Signoria dei Riario-Sforza (1480-1500), succeduta agli Ordelaffi, si deve la realizzazione di una palazzina residenziale (oggi perduta), detta "Il Paradiso" per l'aspetto sontuoso.
Dopo l'assassinio del Signore di Forlì Girolamo Riario, vittima della congiura degli Orsi (1488), la moglie Caterina Sforza sceglie di vivere prevalentemente nel complesso della Rocca. E' lei che nel dicembre 1499 guida l'estrema difesa del fortilizio assediato dal Valentino (Cesare Borgia, figlio del Papa Alessandro VI), nel suo disegno politico di conquista della Romagna.
Con la sconfitta di Caterina (gennaio 1500) e il passaggio di Forlì al dominio pontificio, la Rocca assume una funzione soprattutto detentiva.
Ulteriori Informazioni
Fotogallery
Rocca di Ravaldino, esterno Rocca di Ravaldino, esterno Rocca di Ravaldino, esterno
Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (1188 valutazioni)

Rocca di Ravaldino - Comune di Forlì : TURISMO e CULTURA

Turismo & Cultura - Comune di Forlì : TURISMO e CULTURA